Palazzo Malcavalca

Palazzo Malcavalca

Palazzo Malcavalca

Numerosi sono gli studi circa le caratteristiche storiche del territorio in età medievale e non; più rari sono invece i testi in cui compaiono notizie specifiche circa Palazzo di Esanatoglia dalle sue origini ad oggi.

“il Castello (di S. Maria) con tutte le sue pertinenze particolarmente con quella parte del territorio che si estendeva dalla cima del monte Pero in linea retta alle Montagne di Somaregia, indi pel fosso di Cafagio fino a Santanatolia, e di lì al fiume di Acujano (usque in rivum acujani)” riservandosi il giuspatronato tanto della chiesa di S. Maria, quanto di quella di S. Biagio e di San Salvatore della valle di Acujano, della Villa cioè, del Palazzo di Esanatoglia”.

Un Raniero Malcavalca della Rocca risulta tra i consoli o podestà di Matelica dell’anno 1213, aspetto che sottolineerebbe come i Malcavalca/Cavalca avessero possedimenti vicini a Matelica.
A rafforzare l’ipotesi dei Cavalca abbiamo ancora oggi l’edificio più significativo di Palazzo porta il loro nome.

La web app Cuore di Marche è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarla, scrivendoci le tue impressioni: