Chiesa San Pietro

Chiesa San Pietro

Chiesa San Pietro

Eretta lungo la direttrice nord ovest – sud est, sul versante est della via che ascende alla parte alta del borgo di Pontile di Fiuminata, confinante a sud est con altra proprietà costruita in adiacenza, la chiesa di San Pietro si affaccia sullo slargo maggiore del borgo col prospetto principale nord ovest a capanna, intonacato, che è caratterizzato esclusivamente da un portale con cornice posto su un basamento gradinato e dall’oculo che lo sovrasta. 

I prospetti laterali, coronati da una cimasa di mattoni angolati a 45° a mo’ di beccatelli, finiti con cemento rasato, sono caratterizzati da due finestre ciascuno, poste in alto, che contribuiscono con l’oculo di facciata all’illuminazione naturale dell’aula. 

All’estremità sud est della fabbrica sorge con pianta quadrata e dimensioni imponenti la torre campanaria.

Se l’impianto originario può essere fatto risalire al XV secolo, lo stato attuale è frutto di più interventi che vanno dalla ricostruzione del 1653 all’ampliamento di abside e presbiterio operato nel 1950 fino all’ultimo restauro post sisma 1997 e alle migliorie ulteriori operate nel 2008.

 

INTERNI

 

L’interno interamente intonacato si svolge in tre spazi con quota altimetrica progressivamente crescente: aula, presbiterio e scarsella. 

L’aula è ricoperta con un sistema ligneo di travi e arcarecci lasciati a vista che sorregge il solaio di copertura in laterizio, interamente intonacato; il presbiterio e la scarsella sono coperti con volte a botte in camorcanna intonacate. Originariamente la chiesa terminava con un presbiterio ridotto in profondità rispetto a quello attuale. 

Nel 1653, deciso di ampliare la chiesa aumentandone la profondità, presbiterio e scarsella furono progettati ex novo. Le lesene poste agli angoli del nuovo presbiterio, su cui sono impostati sia i due archi trionfali che i minori archi laterali della nicchia a destra e del vano sagrestia con sovrastante cantoria a sinistra prossimo alla base della torre campanaria, danno quindi l’impressione di trovarsi all’interno di una chiesa con pianta a croce latina. La scarsella, posta in ulteriore rialzo rispetto al solaio del presbiterio, ospita un pregevole altare caratterizzato da un paliotto ligneo finemente intagliato e dorato, proveniente dal santuario della Madonna di Valcora.

Ai lati dell’aula due altari minori sovrastati da nicchie ospitanti altrettante statue di Santi.

La web app Cuore di Marche è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarla, scrivendoci le tue impressioni: