Chiesa San Cassiano

Chiesa San Cassiano

Chiesa San Cassiano

La chiesa di San Cassiano, da cui prende il nome anche il borgo di case che la circondano, è una costruzione semplice formata da due corpi rettangolari – l’aula quello maggiore e la sagrestia quello minore – cui va sommata la torre campanaria a base quadrata e si affaccia, con due dei tre lati liberi, sul pendente slargo principale di questa frazione di Fiuminata. 

Poiché edificio di testa delle costruzioni che delimitano l’irta salita che conduce alla parte alta del borgo, il prospetto principale sud ovest, unicamente segnato dalle bucature di portone con cornice e trabeazione in laterizio e sovrastante oculo anch’esso incorniciato in mattoni, si differenzia da quelli di altre chiese della zona esclusivamente perchè non culmina con una copertura a capanna: un’unica falda, infatti, parte addossata alla costruzione a destra del prospetto e corre parallela al pendio stradale fino allo sporto sul vuoto.

 

INTERNI

 

L’aula si presenta coperta con volta a botte in camorcanna impostata su arco ribassato ed estrusa per tutta la lunghezza; illuminata naturalmente, oltre che dall’oculo di facciata, dalle due finestre poste in alto sul muro nord ovest; scandita ritmicamente sulle pareti laterali da lesene poste ad intervalli regolari su cui corre un accenno di trabeazione decorativa. Quest’ultima, sempre sorretta da lesene che incorniciano gli accessi alla sagrestia e le nicchie ad essi sovrastanti, trova piena manifestazione ai lati della parete fondale. 

Il presbiterio, rialzato di un gradino dal piano dell’aula, ospita al suo centro un altare contemporaneo in muratura. Altri due altari, oggi rimossi e sostituiti con basamenti lapidei che sorreggono due statue, dovevano essere presenti al centro delle pareti laterali dell’aula: questo fanno intendere gli incavi ricavati nella superficie muraria e bordati con archi e piedritti. 

Posta alla quota del presbiterio dietro l’altare, incorniciata da un arco trionfale e decorata in alzato con lesene e losanghe estese al catino sovrastante in camorcanna, una piccola abside caratterizza il centro della parete di fondo che separa l’aula dalla sagrestia ed ospita al suo interno altare e dossale preconciliari sovrastati dalla nicchia in cui è custodita una statua della Madonna.

La web app Cuore di Marche è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarla, scrivendoci le tue impressioni: